Nuotiamo sin dalle primissime settimane di vita, quando siamo ancora nella pancia della mamma; forse è per questo che il nuoto è uno degli sport più praticati. Erano, infatti, oltre 600 gli atleti che si sono sfidati a suon di bracciate sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2016 alla Piscina Comunale di Bellariva a Firenze nel 4° Meeting di Primavera, il terzo – in ordine di tempo – dei 10 eventi vincitori di Mukki Sport. Di questo evento e della bellezza del nuoto abbiamo parlato con Luciano Cacciatore, Presidente del Florentia Nuoto Club.

Perché il nuoto è lo sport più diffuso in Toscana?
Il nuoto è senza dubbio uno sport molto educativo, in quanto rende i ragazzi forti sia dal punto di vista fisico sia mentale. Basti pensare che i nostri atleti si allenano tutti i giorni, due ore al giorno, impegnandosi in un'attività sportiva in cui si è fondamentalmente da soli. Anche se l'individualità è la prerogativa di questo sport, i ragazzi fanno comunque squadra tra loro e in occasione delle gare si forma un grande gruppo, molto affiatato. Quello che manca è il pubblico, in quanto il nuoto non è molto seguito (forse perché manca la palla...). Al di là dell'aspetto agonistico, credo sia comunque importante saper nuotare, anche per una questione di sicurezza.

La Florentia Nuoto Club è una grande realtà fiorentina. Nel vostro vivaio ci sono delle promesse del nuoto?
Il vivaio del Florentia Nuoto Club viene coltivato da altre società fiorentine con cui siamo gemellati: si tratta della Nuotoclub Firenze, Firenze Pallanuoto, Aquatica e Rari Nantes che si occupano della formazione degli esordienti fino ai 10 anni.
Quando questi ragazzi accedono alla categoria superiore, vengono indirizzati al Florentia Nuoto Club; lo scorso anno, ad esempio, la Rari Nantes Florentia ci ha passato oltre 100 atleti. Noi ci occupiamo dei ragazzi appartenenti alle categorie juniores, cadetti, senior, un'attività che costa molto perché i ragazzi partecipano a diverse gare in varie località, in regione, ma anche oltre. In questi giorni, infatti, siamo in partenza per Ravenna per un torneo, e alcuni dei nostri ragazzi parteciperanno prossimamente al Campionato 7 Colli che riunisce a Roma i migliori nuotatori italiani; tutti questi impegni agonistici comportano ovviamente ingenti costi di viaggio e alloggio.
In occasione dei campionati italiani assoluti hanno gareggiato alcuni dei nostri atleti: Paola Biagioli, Matteo Restivo, Lorenzo Zazzeri, Eleonora Trentin e Lorenzo Calami. La nostra grande promessa è però Filippo Megli, che quest'anno si è posizionato - con un buon tempo - al 4° posto negli assoluti di Riccione, ottenendo così il pass per partecipare agli europei di Londra in maggio in cui gareggerà nella staffetta 4x200 stile libero. Incrociamo le dita, ma Filippo ha già buone probabilità di gareggiare anche alle Olimpiadi di Rio.

I vostri ragazzi hanno vinto molte prove. Mukki Sport è stata la più difficile?
Mukki Sport è stata senz'altro una delle prove più difficili perché non immaginavamo che ci sarebbero voluti così tanti voti per rientrare tra i primi 10 progetti. Vincere è stato difficile anche perché i ragazzi non credevano ce l'avremmo fatta, ma si sono dati tutti da fare al massimo. Voglio ringraziare anche i genitori dei ragazzi che supportano la nostra società aiutandoci nella realizzazione di tutte le nostre iniziative.

Info: www.florentianuotoclub.it/
         facebook.com/Florentianuotoclub-123808224322048/